Siete pronti a navigare?

· Uncategorized
Authors

Licenza Creative Commons

Seguiteci anche su Facebook

L’idea: un porto sicuro per partenze e ritorni

logo del portale “Siete pronti a navigare?”

Da diversi anni mi occupo di navigazione tutelata e consapevole dei minori.
Ho progettato e gestisco un portale per i bambini e uno per i docenti nello spazio web del mio Circolo Didattico.
L’esperienza, nata come copia – incolla di link a siti dedicati all’infanzia, nel corso degli anni è maturata ed ha assunto una dimensione più ampia grazie all’attenta analisi delle esigenze di bambini e docenti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
In questo articolo illustrerò pertanto il percorso compiuto, la realtà del portale e le sue prospettive.

Gli obiettivi che mi sono posta anni fa, quando ho avuto l’idea di inserire un miniportale per i bambini nello spazio del sito scolastico erano:

  • Progettare uno spazio prevalentemente dedicato al gioco, ma con materiali utilizzabili anche per ricerche nella scuola elementare, con particolare attenzione a produzioni ipertestuali di altre scuole italiane.I prodotti digitali dei coetanei, se elaborati in modo intelligente, sono utili ed apprezzati dai bambini, che ne sono assai incuriositi. Da questo materiale è possibile partire per progettare nuove attività didattiche.
  • Inserire in questo spazio un motore di ricerca a misura di bambino.
  • Guidare le famiglie e i docenti ad un uso consapevole e sicuro della rete.
  • Favorire il più possibile la scelta autonoma dei bambini.

Sono fortemente convinta che proporre in modo giocoso qualsiasi tipo di attività didattica sia utile, perché un forte coinvolgimento emotivo favorisce l’apprendimento ed incentiva impegno ed interesse.
Giocare a scuola, al computer come in palestra o in aula, non è mai una perdita di tempo.

L’analisi delle risorse presenti nel web

I portali a misura di bambino sono numerosi, propongono giochi on line e da scaricare, canzoni e filastrocche, disegni da colorare, fiabe e favole, chat protette, materiale per la didattica e molto altro.
Nella sezione dedicata agli altri siti per bambini ho elencato quelli che ritengo più interessanti.

A scuola ne suggerisco un uso didattico propedeutico alla navigazione individuale, finalizzato cioè all’esplorazione ed all’analisi (con i bambini del secondo ciclo si potrebbe anche dar vita ad una classifica di preferenza) ed a verificare quali aree tra le tante  proposte colpiscono maggiormente l’attenzione degli allievi.

Ritengo questi ambienti utili soprattutto per il bambino che va su Internet a casa con i propri genitori e può così esplorare spazi privi di link a siti per adulti e con motori di ricerca adeguati.

L’impiego di questi contenitori nelle  attività didattica vere a proprie, invece, crea a mio giudizio qualche complicazione: spesso nei laboratori davanti ad un solo computer si ritrovano due o tre bambini che, passata la prima fase di entusiasmo e curiosità (di solito molto breve) per il portale che stanno esplorando chiedono di giocare. La lettura di racconti al computer non piace, e molte altre sezioni dei portali vengono ignorate.

Se non è stata preventivamente organizzata dall’insegnante un’attività specifica (caccia al tesoro, webquest, ricerca di materiale per la costruzione di ipertesti, gioco specifico su un argomento) la richiesta insistente ‘vogliamo giocare’ piuttosto che “navigare a vista” appare più che sensata e legittima.
Ogni portale presenta per altro alcuni giochi, solo in alcuni casi differenziati per fasce d’età o per argomento.

Nessuno di questi portali può  rispondere in modo  del tutto soddisfacente alle esigenze di docenti e dei bambini, ma in ognuno di loro gli insegnanti possono trovare sezioni e materiali molto utili.

E allora?  Allora il portale “Siete pronti a navigare”, nato dall’idea di un’insegnante per gli insegnanti, da una scuola per le scuole,  raccoglie e seleziona da anni i migliori giochi didattici on line per i bambini italiani, materiali utilizzabili anche per ricerche nella scuola elementare, con particolare attenzione a produzioni ipertestuali di altre scuole italiane, risorse per ricerche ed attività.

Criticità e soluzioni

 1. I siti per bambini sono molto spesso progettati e gestiti da privati o agenzie.

Conseguenze e rischi:
Non tutto il materiale inserito ha valenza didattica.
I siti si rivolgono anche alle famiglie con tantissimi link che non interessano i bambini.
E’ difficile progettare momenti di gioco a scuola perché si perde troppo tempo a “rovistare” nei siti.

 2.  I portali per bambini hanno quasi sempre pagine iniziali troppo ricche di link ed immagini (ci si perde…).

La soluzione che ho adottato è quella …Dell’erba voglio.
Ogni area del portale è raggiungibile a partire da un “VOGLIO”. Si può voler giocare, fare ricerche, scoprire qualcosa su, visitare…
I link portano direttamente ad una singola risorsa che si apre in una nuova pagina (gioco,ipertesto,ricerca,storia…)
Quando l’attività è conclusa basta chiudere la finestra per tornare al porto.

 3. Molti portali per bambini contengono pubblicità e link di google a pagamento.

Il nostro portale non ha pubblicità.
Per alcuni giochi viene utilizzata la tecnica del deep linking ( l’utente viene trasferito all’indirizzo internet che ospita il codice del gioco originale). Non risulta che tale pratica sia mai stata vietata.
Si rinuncia all’inserimento di giochi se non è possibile evitare un eccessivo numero di pubblicità ritenuta “a rischio”.

Il portale “Siete pronti a navigare?”

Grazie alle ricerche effettuate in questi anni ed alla prova diretta di centinaia di giochi e di risorse on line (compito impegnativo, ma divertente!) mi è stato possibile progettare e realizzare un miniportale (che ora mini non è più!) da cui i bambini possono partire decidendo a priori “a cosa vogliono giocare”.

Tutti i giochi inseriti sono stati preventivamente provati per valutarne l’adeguatezza/il valore didattico, ed in seguito sono stati suddivisi nelle varie aree d’interesse presenti nel portale.
Ad ogni gioco è stata associata una breve e semplice descrizione.Ho selezionato e suddiviso i contenuti per aree d’interesse:

  1. voglio scaricare giochi per bambini sul mio computer con l’aiuto di mamma e papà
  2. voglio sapere come fare una bella ricerca usando anche internet
  3. voglio una banca di immagini da utilizzare nelle mie ricerche
  4. voglio diventare un navigatore attento ed esperto
  5. voglio fare giochi di abilità e riflessi
  6. voglio fare giochi di sport
  7. voglio fare giochi di auto e moto
  8. voglio fare puzzles
  9. voglio fare giochi di memoria
  10. voglio fare giochi di avventura
  11. voglio fare giochi di logica
  12. voglio fare giochi di attenzione ed osservazione
  13. voglio disegnare e giocare con i colori
  14. voglio colorare mandala
  15. voglio giocare con bambole e casette
  16. voglio fare giochi e ricerche di storia
  17. voglio fare giochi e ricerche di scienze
  18. voglio fare giochi e ricerche di geografia
  19. voglio fare giochi con i numeri e con le forme geometriche
  20. voglio giocare con le parole
  21. voglio giocare con le storie
  22. voglio conoscere i miei compagni stranieri
  23. voglio conoscere come funziona lo Stato, le leggi, i miei diritti
  24. voglio fare giochi per imparare l’inglese
  25. voglio fare giochi per imparare il francese e lo spagnolo
  26. voglio fare giochi per imparare il tedesco
  27. voglio conoscere i miei compagni stranieri
  28. voglio fare giochi e cercare notizie sulla musica
  29. voglio sapere chi mi può aiutare se mi trovo in difficoltà
  30. voglio sapere chi aiuta me e i miei genitori quando vado all’ospedale
  31. voglio conoscere giocando tante cose sulla sicurezza a casa, scuola, ovunque
  32. voglio conoscere giocando le regole dell’educazione stradale
  33. voglio fare il prestigiatore
  34. voglio conoscere come funziona lo Stato, le leggi, i miei diritti
  35. voglio scoprire tante cose sulle religioni
  36. voglio vedere video fatti dalle scuole per le scuole
  37. voglio chattare in modo sicuro con altri bambini
  38. voglio ascoltare poesie in mp3
  39. voglio visitare siti per bambini
  40. voglio fare giochi ma non al computer
  41. voglio fare lavoretti con materiale riciclato
  42. voglio sapere cosa sono i blog e vederne qualcuno fatto dalle scuole
  43. voglio tanti copioni teatrali per recitare a scuola

In alcune aree ho diviso i giochi per fasce d’età.
Ogni collegamento apre una nuova finestra: ho cercato in questo modo di facilitare la navigazione, rendendo più chiara l’idea che si sta uscendo dal porto per entrare in nuovi spazi.
Chiudendo la finestra, quando ci si stanca del gioco, si torna al porto.

Perchè ripetersi, se qualcuno ha già fatto un ottimo lavoro?

Una delle tentazioni che possono cogliere chi intraprende l’interessante impresa di organizzare un portale per la scuola è quello di volerci mettere “di tutto e di più”, senza badare a quanto di valido e usufruibile esiste già nel web.
In questo modo, oltre a non valorizzare il lavoro altrui a parer mio si pecca di presupponenza.

Perchè perdere tempo a cercare tutto quello che può interessare bambini e insegnanti sulle varie festività e sulle attività ad esse correlate quando vi sono siti che da anni svolgono benissimo queste indagini, e le aggiornano annualmente?
Perchè improvvisarsi esperti tuttologi e non dare invece spazio e risalto a chi si è specializzato in certi settori?

In “Siete pronti a navigare” ho inserito direttamente in homepage i link esterni per quegli spazi che ho ritenuto altamente validi e che io non avevo tempo e interesse ad approfondire con la mia ricerca.

la chat de La Girandola

Motore di ricerca: cosa scelgo?

In rete fino a qualche anno fa erano presenti  pochi motori di ricerca per bambini. I più importanti in Italia erano:

Sono stati messi a confronto, inserendo lo stesso termine e verificando i risultati.
Dall’analisi dei risultati i motori sono risultati piuttosto limitati.
Pochi anni fa è nata la possibilità offerta da Google-coop che permette di costruire un set (un insieme) di siti da includere nel sistema, escludendo tutti gli altri.

Inizia la collaborazione in rete con quattro colleghi di varie regioni italiane: Alberto Piccini (che ha curato e pesonalizzato il motore e ne è l’amministratore), Lidia Pantaleo, Annalisa Ruberto, e Renato Murelli.

Ognuno di noi ha la possibilità di inserire nel motore di ricerca link di interesse didattico.
Nasce così Ricerche maestre: mentre Google ricerca su tutti i siti del mondo ed è un motore di ricerca aperto, Ricerche Maestre è un motore di ricerca chiuso in quanto opera solo all’interno di un elenco di siti specifici scelti da esperti insegnanti della Scuola Primaria, grazie alla piattaforma offerta da Google-coop

Al momento il motore indicizza circa 1000 siti selezionati tra i migliori reperibili in rete: per bambini e famiglie,
a carattere divulgativo e informativo, educativi, scolastici (più di 500 siti di scuole e reti di scuole), di insegnanti.

logo di Ricerche Maestre

Prepararsi al viaggio

Quando i bambini della  scuola primaria iniziano a navigare in internet alla ricerca di giochi o di materiale per le ricerche è consigliabile dare loro alcune semplici, ma importanti, informazioni.
Ho verificato che può essere molto utile partire da una discussione in classe sulle raccomandazioni più frequentemente ricevute dai genitori quando lasciano i figli per un breve periodo in casa da soli o quando li inviano a fare commissioni senza accompagnamento.

Ai primi posti della classifica appaiono le voci:
•    non parlare con gli sconosciuti e non accettare niente da loro;
•    non aprire la porta di casa;
•    non rispondere al telefono;
•    non raccogliere strani oggetti da terra

Si può ora presentare la rete come un mondo virtuale in cui si possono trovare, così come nel mondo reale, cose bellissime e molto interessanti, ma nel quale possono annidarsi trabocchetti e pericoli che bisogna saper riconoscere ed evitare.

In prima e seconda elementare molti bambini sanno che i “virus” danneggiano il computer e raccontano di “terribili” disavventure del pc di casa e dell’antivirus acquistato dai genitori disperati. Più raro è trovare bambini che siano a conoscenza di altri rischi connessi alla rete. Preoccupanti statistiche ci parlano di migliaia di minori lasciati soli davanti al computer con la possibilità di connettersi ad internet, e sono ancora troppo poche le famiglie che utilizzano sistemi di filtro per la navigazione.

Non mi sono mai piaciuti gli allarmismi, ma è indubbio che sia anche compito degli insegnanti trovare ed usare strategie per rendere piacevole, coinvolgente, arricchente e non imbarazzante o pericolosa la navigazione dei propri allievi.
Il tema della navigazione sicura può essere affrontato in modo divertente come esemplificano con chiarezza i fumetti-gioco di http://disney.it/CyberNetiquette/: due storie con finali da scegliere spiegano ai bambini quali sono i comportamenti più corretti per divertirsi nella rete senza correre rischi.

Grande impegno è stato dedicato anche per:

  • Informare le famiglie e i docenti sull’importanza dei filtri per minori.
  • Invitare ad accompagnare sempre un minore nella navigazione.
Mappa navigazione consapevole

Pagina dedicata alla navigazione sicura

Reti di insegnanti, risorse importanti!

Navigando ed esplorando, sempre a caccia di nuove risorse, ho conosciuto e ho avuto il piacere di collaborare in rete con molti colleghi italiani: alcuni mettono a disposizione sul sito personale o della scuola materiale didattico estremamente interessante, altri condividono percorsi sperimentati e replicabili, altri ancora producono software…
Il portale per bambini, insieme a quello per docenti, meno famoso ma comunque visitato, raccolgono e mettono in evidenza le loro migliori risorse. Un ringraziamento a tutti coloro che in questi anni mi hanno aiutata a far crescere i portali.

Grazie anche ad alcuni genitori che hanno costruito spazi web bellissimi per bambini e che collaborano con il portale (un pensiero speciale a Betty di Babyflash).

Il portale per docenti e genitori

Un sodalizio vincente

Nell’ambito del progetto “Un computer per ogni studente” il nostro gruppo di lavoro ha scelto di utilizzare il
Magic Desktop (già installato sui Jumpc). I progettatori del software hanno cercato di superare la logica del computer da ufficio per offrire un approccio più adatto all’infanzia: grandi icone colorate, bauli e quaderni sfogliabili che sostituiscono le cartelle…
MagicDesktop è avviato in automatico all’accensione del computer e permette al bambino di utilizzare soltanto i moduli previsti al suo interno (videoscrittura, giochi, disegni) e i programmi autorizzati dai docenti o dai genitori, previo inserimento di password.
Il Magicdesktop offre in ogni caso la possibilità di accedere all’interfaccia Windows nel momento in cui si utilizzano programmi installati e autorizzati che richiedono il salvataggio o il caricamento di documenti ( i bambini salvano con nome i loro documenti, dopo aver creato cartelle e sottocartelle, e hanno inoltre la possibilità di salvare il loro materiale in una cartella condivisa sul notebook del docente).

La soluzione da noi adottata permette una navigazione protetta ma efficace, i bambini hanno la possibilità di seguire un percorso didattico che li porterà ad essere navigatori responsabili e consapevoli dei diritti e dei doveri di chi scrive e comunica in rete, e che permetterà loro di imparare a fare ricerca utilizzando tutti gli strumenti messi a loro disposizione (libri, programmi televisivi, racconti orali, esperienze sul campo, web).

Il progetto prevede che gli studenti utilizzino il computer per la didattica, sia a casa che a scuola.
Gli adulti in possesso delle password di amministrazione potranno integrare la lista dei siti preferiti autorizzati, ma dovranno farlo ogni volta su tutti i computer, con gran dispendio di tempo.
A differenza dei laboratori che hanno tempi di manutenzione programmati, questi computer, saranno sempre in possesso degli studenti e la loro amministrazione da parte dei docenti potrebbe diventare molto difficile. Si è pertanto ritenuto importante prevedere fin da subito un ricco elenco di siti utili e ritenuti sicuri.
A tal proposito si sono utilizzate le esperienze e le ricche risorse raccolte in questi anni dal gruppo di lavoro per il motore di ricerca per bambini “Ricerche Maestre” e dalla responsabile del portale per bambini “Siete pronti a navigare?” (la sottoscritta):  dai loro database sono stati scelti più di 700 siti attentamente selezionati.
My First Browser contiene di default anche un motore di ricerca integrato che consente di trovare siti adatti.
La scelta del gruppo per il progetto “Un computer per ogni studente” è stata quella di sostituire
il motore preesistente con il motore “Ricerchemaestre” che permetterà l’accesso, attraverso le
parole chiave inserite dagli alunni, alle risorse dei  siti presenti nella whitelist.

Per ulteriori approfondimenti potete fare riferimento al manuale di Magic Desktop che trovate
sul sito http://share.itismajo.it/olpc/jumpc.aspx

Interfaccia del MagicDesktop su Jumpc

I visitatori

Attualmente il portale “Siete pronti a navigare?” si attesta sulle 30.000 pagine viste al mese, il portale per docenti si ferma a 2.500-3.000 (è sempre stato il “figlio minore”…)

Per segnalazioni

Per segnalare siti o lavori interessanti (giochi, prodotti delle scuole, progetti) scrivere a:
paola.limone@gmail.com

Dove trovarci:

Il nostro miniportale è alla pagina
http://www.ddrivoli1.it/siete_pronti_a_navigare/siete_pronti_a_navigare.htm

Per approfondire il tema della navigazione tutelata

Altri link interessanti e che mi sono stati utili

Altri portali, siti e risorse per bambini da tutto il mondo

Sono tutti raggungibili dal nostro portale all’indirizzo
http://www.ddrivoli1.it/portospazibimbi/spazibimbi.htm

siti in lingua italiana        sites in Italian     sitios en italiano      les sites en italien    sites in Italienisch  

  1. Baby flash      
  2. Art Attack
  3. Ufotto Leprotto           
  4. L’albero azzurro
  5. Il sito della Pimpa
  6. La Girandola              
  7. Baol
  8. Il Nocchiero
  9. Baraccaeburattini
  10. Il diverti pc
  11. Casa sull’albero
  12. Stroccofillo
  13. Regali di Natale
  14. La melevisione
  15. Indire:area bambini
  16. La rai per i bambini
  17. Infanziaweb               
  18. Geronimostilton.it
  19. Luporosso.it
  20. Calimero.com
  21. Scuoladibase.it
  22. Ilportaledeibambini.net
  23. Giocomania
  24. Vivobimbo
  25. Ilpaesedeibambinichesorridono
  26. torinobimbi.it
  27. Bandapm 
  28. Fantavolando
  29. Oasidelleanime
  30. Nicktv.it
  31. Zaac.it

siti in lingua francese     sites in french language      sitios en idioma frances        les sites en langue française      websites en französischer Sprache   

  1. Poissonrouge
  2. Uptoten
  3. Takatrouver
  4. Les yeux de Lulù
  5. Nicoland
  6. France.catsfamily.net
  7. Pepit.be
  8. Belette.biz/fr.php
  9. Chiltopia              
  10. Pagesperso-orange.fr
  11. Petitvelorouge.free.fr   
  12. bbc.co.uk/schools/primaryfrench
  13. Pythounet.free.fr
  14. Castlemedia.com
  15. Envolerie.com
  16. Tomlitoo.com

siti in lingua inglese            english language sites        sitios en idioma ingles     anglais langue des sites      englisch  sites

  1. Starfall                        
  2. Juliasrainbowcorner
  3. Ferryhalim.com
  4. Paulysplayhouse.com
  5. Il sito di Harry Potter
  6. La casa di Barbie
  7. Bob l’aggiustatutto        
  8. Prizee.com
  9. bbc.co.uk/cbeebies/
  10. Schooltimegames
  11. Rainforestmaths
  12. Fema.gov/kids/littleones
  13. Brainpopjr.com
  14. Ictgames.com
  15. Kidomatix.com
  16. Educalia.educared.net
  17. Chiltopia
  18. Kented.org.uk
  19. Castlemedia.com
  20. Ngfl.northumberland.gov.uk
  21. Playkidsgames.com
  22. Sesameworkshop.org   
  23. gameclassroom
  24. physicsgames.net 

siti in lingua spagnola        sites in spanish             sitios en español        les sites en espagnol      sites in spanisch  

  1. Kokone.com.mx             
  2. Educalia.educared.net
  3. Chiltopia                         
  4. Elmundodevictor.net
  5. Elbalero.gob.mx


siti in lingua tedesca   Sites in German  Sitios en alemán  Les sites en langue allemande    Websites in deutscher Sprache

  1. Die seite mit der mause
  2. Philipp-maus
  3. Kidomatix.com
  4. Kidstation.de


siti in altre lingue   sites in other languages  sitios en otros idiomas  les sites dans d’autres langues      websites in anderen Sprachen

  1. Turfjes                 
  2. Egypt-kids.com
  3. Viti4kids.gov.eg
  4. Magic Kinder

Siamo su Facebook

Il portale per bambini ha anche uno spazio su facebook: questo mi permette di raggiungere rapidamente chi “diventa fan” per segnalare novità interessanti e mantenere un contatto diretto con genitori ed insegnanti interessati.
http://www.facebook.com/pages/Siete-pronti-a-navigare/207468189842http://www.facebook.com/pages/Siete-pronti-a-navigare/207468189842

Hanno scritto del Portale:

Il Giorno – 14 gennaio 2010

%d bloggers like this: